Ti presento i miei partners, i creativi, il loro laboratorio. Qui scoprirai il valore vero di ogni oggetto che presentiamo su MYCLAH. Tutto è ideato e realizzato in Italia, fatto a mano e con il cuore. Il progetto MYCLAH sostiene il Made in Italy e la creatività italiana. Facciamolo assieme!

LA SCARPETTA DI VENERE

CASETTE D’ETE Marche

L’ambizione era molto alta: recuperare la tradizione artigiana e realizzare delle scarpe che rispecchiassero il mio modo di intendere la femminilità. Ogni donna è alla ricerca di un modo per raccontarsi a sé stessa e al mondo, autentica, sfaccettata, imperfetta e proprio per questo unica, un po’ come un prodotto artigianale. La mia (anzi la nostra) storia Sono nata e cresciuta tra pellami, mastice, fibbie, odori e macchinari strani della fabbrica di famiglia in cui gironzolavo fin da piccola. Come tutte le cose che ami, devi allontanarti un po’ per renderti conto di quanto sono belle; così dopo una laurea a Bologna in Economia e commercio, decido di tornare a casa e riprendere le redini dell’azienda creata da mio padre e mia madre. Decido di sfidare la crisi, la guardo negli occhi senza paura e comincio a riprendermi quella che era la mia storia. La prima scarpetta, una Sabrina, nasce con la mia tesi di laurea. Questo sarà l’inizio di un sogno che, passo dopo passo, scarpa dopo scarpa, prende forma e si trasforma in realtà. Accanto a me mio fratello Gianluca, che realizza i miei progetti e racchiude il sapere artigianale tra le sue mani e nella sua testa. Le nostre scarpe, da uomo e da donna, sono interamente fatte a mano, secondo un metodo tradizionale e con un’infinita passione. Non siamo di certo una classica azienda, amiamo creare un racconto intorno ad ogni scarpa e condividere con voi il pensiero che passa dalla nostra testa alle mani, fino ai vostri piedi. Troverai il nostro marchio solo all’interno dei negozi Scarpetta di Venere, perché ho scelto di gestire interamente tutto il processo produttivo e distributivo, per garantire il massimo della qualità ad un prezzo accessibile.

ROBERTA TURA

Cattolica (RN)

Da sempre creativa, sin da bambina, la fantasia mi aiutava a trovare qualcosa da fare in ogni momento. Le attività manuali fanno parte del mio percorso di vita, sono passata dalla plastilina (che per me è una vera e propria dipendenza) ai centri estivi con i bambini, dove durante i miei laboratori espressivi ogni oggetto di riciclo diventava un nuovo giocattolo. Mi sono dilettata con la posa di pavimentazioni artistiche, sono stata disegnatrice di mobili che commissionavo, importavo e vendevo nel mio negozio di Cattolica, e poi l’artista dei cucchiaini pop che ancora in molti mi chiedono. Dopo una parentesi di lavoro all'estero l’amore mi ha riportata a casa. Ho dunque deciso di dedicarmi alla splendida professione di mamma per qualche anno ma il richiamo per il lavoro di creativa e designer mi ha spinta a riaprire il mio laboratorio dedicandomi ad un progetto di illuminazione personalizzata che avevo lasciato nel cassetto per molto tempo. Attualmente collaboro con interior designers, architetti ed aziende in cerca di prodotti unici e fatti a mano, progetto e produco non solo corpi illuminanti ma anche altri oggetti decorativi di uso quotidiano, tutelati dal marchio Roberta Tura Creazioni. Non sono mai stata una artista da vendita “spicciola”, preferisco sempre relazionarmi con amanti, amatori, designer ed architetti che possono capire il valore dei miei oggetti. “Once Upon a Light” La collezione “Once Upon a Light”, è un progetto di illuminazione decorativa personalizzata e realizzata a mano. Antiche immagini di vita balneare vengono stampate su carta da parati e grazie ad una tecnica personale si trasformano in pregiati paralumi dalle linee essenziali e moderne ma dai toni caldi, suggestivi ed evocativi. Sono lampade a tamburo in cui la carta da parati stampata mantiene la forma cilindrica grazie due supporti rigidi fatti con carta riciclata. In questo modo l’immagine diventa a 360 gradi senza le tipiche barrette metalliche che interrompono la visibilità. Sono tutti pezzi unici e numerati, l’idea, il design, l’estetica e la struttura sono frutto della mia fantasia e tutelati da copyright.

PESCEPAZZO

Taormina

Le collezioni Pescepazzo si ispirano al concetto della “coffa siciliana”, la classica borsa in paglia realizzata a mano intrecciando le foglie di palma nana dell’isola, reinterpretandolo in chiave moderna e glamour. La coffa Pescepazzo si veste infatti di tessuti pregiati come lo shantung di seta, il moiré, il velluto, di materiali allegri e svolazzanti come le piume di marabù o preziosi come i rami di corallo, diventando un accessorio originale, colorato e versatile. Grazie a queste caratteristiche le nostre borse sono adatte a ogni occasione, perfette per il mare ma anche e soprattutto per la città. Pescepazzo si rivolge quindi a donne eleganti e autoironiche, donne di ogni età amanti della qualità e del made in Italy.

GIOVANNA NICOLAI

Civitanova Marche

le collezioni Giovanna Nicolai Couture e Pret a Porter sono il risultato di ricerca nei tessuti, ricchi e pregiati filati, lavorati dalle sapienti mani di sarte italiane, depositarie di un’ arte senza tempo. Giovanna Nicolai si propone sul mercato italiano ed internazionale, con un prodotto certificato 100% Made in Italy (in base alla legge italiana 166/2009 art.16), garanzia di alta qualità ed esclusività. Giovanna Nicolai propone uno stile unico, per una donna esigente e di grande personalità.

Cristina Donato / Cristina Tessitura

Saluggia

I Partners di Myclah
Andai in un laboratorio già esistente nel mio paese Saluggia ; qui cercavano persone che potessero intraprendere questa attività e io me ne innamorai . Non sapevo nulla di tessitura a mano , mi misi a bottega e frequentai diversi corsi. Nel 2006 decisi di aprire il mio laboratorio e nel 2009 la regione Piemonte mi conferì il marchio di “Eccellenza artigiana “. Prediligo tessere filati naturali come cashmere, merino, seta, alpaca , cotone. Ho collaborato con diverse aziende e oggi porto avanti il mio marchio “Cristina tessitura “. Realizzo sciarpe ,stole ,plaid e anche tessuti particolari.

ARTIGIANI DI SICILIA

ACI BONACCORSI CATANIA

I Partners di Myclah
Con un'immensa creatività e tanta voglia di fare comincia così lo studio dell’occhiale in tutte le sue caratteristiche, dal disegno delle bozze, alla progettazione in 3D, alla realizzazione dei primi prototipi, sino all'occhiale finale. Realizziamo ogni occhiale in modo artigianale, uno ad uno. Il non limitarci alle forme standard cui sino ad oggi sono stati relegati gli occhiali in legno; il curarli nei minimi dettagli; il combinare legno e diversi elementi, il trattarli solo con prodotti 100% naturali ed ecocompatibili. Questi i nostri punti di forza. Da gennaio 2019 abbiamo ampliato la nostra produzione inserendo l'acetato di cellulosa ed il metallo ai materiali utilizzati. Ogni nostra creazione viene interamente creata e realizzata nel nostro laboratorio in provincia di Catania A Febbraio 2018 apriamo il nostro primo punto vendita, un centro ottico all'interno del quale usufruire dei servizi classici quali misurazione della vista, ampia scelta di montature da vista e da sole di nostra produzione e di altri designer provenienti da tutto il mondo, liquidi e lenti a contatto ma anche peculiari come la realizzazione di montature su misura in legno, acetato e metallo

OPENCOUTURE

Rimini

I Partners di Myclah
La nostra parola chiave è apertura “OPEN” Apertura alle emozioni alle forme innovative e divertenti, apertura all’energia di un mondo in continuo cambiamento, ma con il rispetto delle nostre radici e al recupero dell’ artigianalità Italiana di cui siamo orgogliosamente parte. Il nostro proposito è colorare il mondo, ispirando sentimenti di gioia e allegria…
Un lungo percorso nel mondo della pelletteria porta Giampaolo Gambini alla direzione creativa di OPENCOUTURE. Figlio d’arte, affianca dal 1987 al 2009 il padre Francesco, primo punto di riferimento della sua carriera professionale e della sua vita, nella conduzione dell’azienda di famiglia. Assumendo nel tempo la direzione dell’ufficio collezioni, del design e della progettazione di pelletteria. Clienti principali e in esclusiva, per tutto il periodo POLLINI e AEFFE, con i marchi POLLINI, STUDIO POLLINI, MOSCHINO, MOSCHINO CHEAP AND CHIC. Oltre 20 anni di scuccessi. Il rapporto diretto, quotidiano e prolungato di tanti anni di stretta collaborazione ed amicizia con VITTORIO POLLINI, proprietario e presidente della POLLINI SPA, completano la formazione Professionale e l’amore per questo mestiere e per questo prodotto. Dal 2007 al 2009 collabora con alcune tra le principali griffe di pelletteria come BORBONESE, MCM, con il gruppo ITR e PLUS IT, con i marchi JUST CAVALLI, G.F. FERRE’, JOHN GALLIANO, CHLOE’. Diventa inoltre stilista e Direttore Ceativo del marchio GAMBINI. Dal 2009 al 2014 è responsabile Pelletteria e Responsabile Ufficio Collezioni e Prodotto del gruppo RICHMOND e dei marchi JOHN RICHMOND, RICHMOND, HUSKY, RODOLPHE MENUDIER, HAUTE. Stilista per le collezioni RICHMOND. Dal 2014 a marzo 2015 Product Manager dei marchi GABS, CAMPOMAGGI, CATERINA LUCCHI. Co-Stilista della linea CATERINA LUCCHI. Oggi Giampaolo, è Direttore Creativo di OPENCOUTURE, nuovo brand Italiano emergente, che permette di esprimere a Giampaolo sia l’innovazione, la magia dei colori e delle forme, sia l’espressione dell’artigianalità italiana, acquisita in 30 anni di esperienza.

BOUTIQUE LUISA -COLLEZIONI

Cattolica (RN)

I Partners di Myclah
La collezione propone capi di abbigliamento da donna realizzati con tessuti e rifiniture di alta qualità, con design aggiornati, sempre al passo con le ultime novità della moda. La donna che ama distinguersi ed essere sempre chic anche nel tempo libero potrà trovare tante interessanti proposte per valorizzare la sua figura ed essere impeccabile in qualsiasi occasione. L’anima creativa dietro questa collezione è Luisa Semprucci cresciuta nello store di famiglia di tessuti di moda di altissima qualità. La sua ambizione è di vestire in maniera appropriata ogni donna valorizzandola in base alle proprie forme. Le donne di Luisa sono sempre belle dalla 38 alla 58 e questo è il motivo per il quale lo store di Cattolica vanta una clientela nazionale ed internazionale.

Pierpaolo Fersini

I Partners di Myclah
Pierpaolo Fersini, in arte Lucemente, sin dalla gioventù coltiva la sua grande passione per la creatività. È il legno il protagonista dei suoi primi lavori, delle piccole idee che, un pò per volta, prendono forma. Passa il tempo e gli obiettivi diventano sempre più grandi, così come l’impegno e la voglia di esprimersi, realizzando a mano oggetti unici sempre più in sintonia con la natura…

Moira Amaranti per Sergio Amaranti

I Partners di Myclah
Il nostro unico desiderio è che scegliate un paio di Sergio Amaranti per sentirvi bene con voi stesse. Vogliamo che quando indossate le nostre scarpe, lo specchio vi riveli una verità molto importante: non dovete sognare di essere qualcun’altra, perché siete bellissime così come siete. I vostri pregi e i difetti, le virtù e le fragilità: vi rendono uniche! Siete donne reali: non state immobili ad aspettare il principe azzurro, ma vi immergete con leggerezza nei sentimenti e nelle peripezie quotidiane della vita, sulle unghie sfoggiate lo smalto rosso anche quando dovete sporcarvi le mani per lavorare, affrontate gli eventi con positività, accogliete le sorprese con curiosità. Amate sentirvi bene negli abiti che scegliete: meritate delle scarpe che vestano a pennello la vostra femminilità. Lo stile delle collezioni Sergio Amaranti è ispirato a voi. È elegante, ma anche confortevole, sia che si tratti di décolleté con il tacco vertiginoso, o di ballerine vezzose: per consentirvi di essere sofisticate con naturalezza, in ogni occasione. È ricercato, ma anche contemporary: guarda alla moda e alle tendenze, però le interpreta attraverso il nostro gusto personale. Il gusto della nostra Moira Amaranti, in particolare. Lei è una donna come voi: concreta e pragmatica, non trova l’ispirazione su internet ma la cerca viaggiando per le strade reali, ed è dotata del talento di tradurre in dettagli raffinati tutto quello che attrae la sua attenzione ogni volta che immagina la nuova collezione. Per questo lo stile Sergio Amaranti è inconfondibile: scarpe così raffinate che le comprate anche con gli occhi, così personali che non vedete l’ora di metterle ai piedi

LAURA GALAVOTTI FOR GALARUBINA

Urbania

I Partners di Myclah
Ho studiato Arte e Grafica ad Urbino. Ogni mattina entravo a Palazzo Ducale sede della Scuola del Libro, scoprendo e sperimentando le possibilità delle tecniche e del creare. Ho ereditato dalle donne e dagli uomini della mia famiglia una manualità complice del pensiero creativo: mente-cuore-mani. Ho iniziato così a fare borse in totale autonomia. Le ho immaginate, disegnate, realizzate e indossate. Così con le mie “borsine” e l’entusiasmo della gioventù un giorno mi sono presentata da Piero Guidi, un imprenditore di successo che faceva prodotti bellissimi. Entrata nel suo gruppo, ci sono rimasta per tanti anni, imparando ogni giorno, vedendo il Mondo e crescendo. Mi sono poi imposta un grande cambiamento. Mi sono trasferita a Firenze per collaborare con una multinazionale americana proprietaria del Marchio Calvin Klein. A Firenze si uniscono il sapere della pelletteria italiana e le esigenze dei Marchi internazionali. Così ho appreso che la creatività diventa partner del marketing. Nello stesso periodo ho insegnato alla Facoltà di Moda dell’Università di Urbino e collaborato con un ufficio stile ad Hong Kong. Sono poi rientrata nelle Marche, lavorando da Dondup, azienda leader nel denim di alta fascia dove ho provato nuovamente il piacere di vedere l’imprenditoria italiana nel suo affermarsi e crescere. Un giorno mi sono regalata un quadro di un paesaggio. Da quella veduta è nato il mio Marchio: Galarubina. Ora mi dedico al mio progetto e trasmetto le mie competenze ad una nuova generazione insegnando presso un Istituto Professionale di Moda. .

VERONICA TORDI

-

Tutte le creazioni di Veronica Tordi provengono da 40 anni d'esperienza artigiana, gioielli realizzati a mano nel laboratorio di famiglia, un orgoglio 100% italiano.

Bianca Imbembo per Kilesa

I Partners di Myclah
Ho sempre avuto una grande passione per tutto ciò che è cultura, ed in particolar modo per la moda, nello specifico considero l’accessorio “borsa” quale necessario completamento di un look ricercato, la cornice ad un quadro. Ritengo, infatti, si possa indossare lo stesso outfit indistintamente, ma cambiare la borsa ne cambia completamente l’essenza. Alla soglia dei quarant’anni, ho sentito forte l’esigenza di mettermi in discussione, di creare un qualcosa di mio partendo da zero, che mi facesse sentire una donna realizzata non solo in ambito familiare ma anche da un punto di vista professionale. Per fare ciò mi sono ispirata alla mia più grande passione: “la Moda” e in particolar modo l’accessorio “borse”. Ovviamente sapevo che iniziare un nuovo percorso professionale ad inoltrati 40 anni sarebbe stata un’impesa coraggiosa e d ancora oggi continuamente mi pone davanti tanti ostacoli, ma ho sempre pensato all’età come dato anagrafico e mai come un impedimento, pertanto fino a quando ne avrò le energie mi porrò sempre nuovi e stimolanti obiettivi. Nasce così il Brand KILESA, pensato per portare avanti un discorso di eccellenza campana nel mondo, creando prodotti di altissima qualità e che nascano da una logica di responsabilità sociale e di ecosostenibilità. Le borse e gli accessori KILESA sono destinati a donne eleganti e stilose che amano distinguersi senza mai ostentare, prediligendo oggetti unici per creatività, manifattura e design esclusivamente italiano. Mi affascina molto il mondo del web, rappresenta una finestra sul mondo, per cui ritengo sia fondamentale adeguarsi ad esso per avere successo. Da qui l’importanza di avere un sito web accattivante, uno shop on line, nonché sfruttare al meglio tutti i canali social a disposizione. Tutto ciò è indispensabile per stare al passo con i tempi. La forte motivazione e determinazione mi hanno permesso di perseguire e raggiungere molti obiettivi, ma tanti ancora mi aspettano e sono in programma. Amo le sfide e ritengo che “Se si crede in ciò che si fa allora si può partire e vincere!”

COUTŪ by Francesca Vaccaro

I Partners di Myclah
Caratteristica che contraddistingue il brand sin dalla prima collezione è la lavorazione della pelle che spesso si fonde con il tessuto. Il processo creativo di Francesca non si limita a confrontare e innestare materiali, ma ogni capo è il risultato unico della fusione tra un’attenta e scrupolosa produzione sartoriale e la continua ricerca stilistica di modelli che valorizzano la figura con eleganza e confort. I nostri materiali Tutti i nostri capi sono realizzati in Toscana con materie prime provenienti da altre filiere industriali tramite un’attività di recupero, positiva e circolare, nobilitandole e trasformandole in prodotti di altissima qualità e lusso. Ogni capo è lavorato con estrema cura da mani artigiane all’interno di laboratori specializzati nel pieno rispetto dell’ambiente e della sostenibilità per garantire alla linea la qualità del marchio Made in Italy.

Stefania Zanutta per Emozioni da indossare

I Partners di Myclah
Nei miei quadri si trova la mia vita: il mondo che mi circonda, il mio vissuto, le emozioni e i sentimenti che provo, filtrati attraverso i miei occhi e il mio cuore, vengono portati sulla tela attraverso un’arte astratta, materica, spontanea e sempre impregnata di positività. Successivamente le immagini ottenute dalle foto dei quadri vengono stampate su tessuti pregiati. Da qui le mie “Emozioni da indossare”: una collezione di maxi foulard in un impalpabile e brillante chiffon di seta 100%, costumi e copricostumi, abiti da giorno e da sera e pochette da uomo. Amo le sfide e ritengo che “Se si crede in ciò che si fa allora si può partire e vincere!”

ANNA SUMISURA by Cristiana Giani

I Partners di Myclah
L'Africa, la madre terra dell'umanità, mi ha sempre affascinata per la sua popolazione e per i valori intrinsechi della cultura africana, così antichi e profondi. Il temperamento del popolo africano, la diversità tra i suoi stati e le loro tradizioni si rispecchiano nei loro abiti, nei monili, nel cibo, nella musica. Questa fusione di valori estetici e morali è sempre stata per me motivo di grande ispirazione. Iniziai a comprare tessuti e monili africani qualche anno fa da una cara amica Senegalese, qui a Rimini dove vivo e lavoro; I tessuti wax mi hanno ispirato a disegnare dei capi di abbigliamento e farli confezionare. E così è successa la magia. Indossando questi capi ho capito ben presto che veicolano un grande potere: morale, emotivo e storico. Approfondendo le mie ricerche sui tessuti africani me ne innamorai sempre di più. Venni a conoscenza di un mondo meraviglioso intriso di storia, tradizione, religione. Ogni motivo stampato su questi meravigliosi cotoni racchiude un significato e queste stoffe sono dei veri e propri libri aperti da indossare. Sempre più entusiasta dal mondo del wax cominciai a cercare dei rivenditori in tutto il mondo ed iniziai a comprare tele senza avere ancora nessun progetto in testa. Progetto che non ha tardò ad arrivare. Disegnai delle gonne e le battezzai con nomi femminili africani. Ogni modello prende il nome di una donna, proprio come chi le indosserà. Aspiravo a celebrare e valorizzare l’eleganza femminile unendo il design italiano a questi tessuti eccentrici. Non volevo lanciare l’ennesimo brand da buttare sul mercato, già affollatissimo, dell’abbigliamento con tutte le sue preferenze al basso costo, allo sfruttamento della manodopera, regole di distribuzione, svendite e chissà cos’altro, io volevo fare qualcosa di diverso, qualcosa di più vero. Poi è venuto il momento di dare il nome al marchio: Annasumisura. Anna è il nome di mia madre, una delle donne più eleganti che io abbia mai conosciuto, quando ero bambina usava farsi confezionare gli abiti per tutta la famiglia dalla sarta, anche per i bambini. Amavo accompagnarla nei negozi di tessuti dove si respirava un odore unico e dove le parole avevano un suono sconosciuto ad ogni bambino; broccato, chiffon, crinolina, organza, pied de poule, gabardine, piquè, popeline, principe di galles, tweed, velour. A me sembrava di essere in un tempio con lei che sapeva tutto. Ogni gonna sarà sicuramente l’espressione della personalità di chi la indossa. Il risultato è un oggetto che valorizza ogni fisicità realizzato a mano da sarte italiane con tessuti africani meravigliosi. E’ così che ho voluto valorizzare la sartoria, un prezioso lavoro artigianale. Sicuramente non è stato e non è facile, perché ancora non ho fatto il grande salto e non ho abbandonato il lavoro di ufficio fisso che svolgo da tanti, forse troppo anni in campo fiscale e contabile (chi lo avrebbe mai detto?) ma ricevo ogni giorno messaggi dalle mie clienti di come ci si sente felici e appagate indossando un capo di abbigliamento così esclusivo e personale e questo mi dà la carica e la spinta per continuare sempre con grinta e sorriso. Allora cosa state aspettando? Infilatevi una gonna, uscite di casa sorridendo e la giornata prenderà una buona piega!

Marina Salerno per Bianca Baykam

I Partners di Myclah
Al termine degli studi, ho intrapreso questa fantastica avventura, dando vita al marchio di gioielli “Bianca Baykam”, che poi è il nome di mia figlia, sostenuta dalle persone più care e dall’incoraggiamento di un numero crescente di clienti sempre più affezionate. Produciamo in Italia, nel distretto orafo di Arezzo, gioielli in argento 925 placcato oro 18kt e i tratti che ci contraddistinguono sono la semplicità e la ricerca continua nell’abbinamento di pietre semi preziose in varie forme e colori.

FRANCINE

BOLOGNA Emilia Romagna

Tutti hanno sempre avuto una parte preferita del proprio corpo. La mia? I capelli. Fin da bambina mi sono curata di loro, mi piaceva giocare con prodotti e olii del bagno di mia nonna. Ero affascinata dalle pieghe che riuscivano a fare le parrucchiere con i loro strumenti e mi sono sempre divertita a replicarle a casa. Quando ti prendi cura di una parte del tuo corpo ti senti meglio giusto? Ecco questa passione l'ho portata avanti per tutta la vita fino ad oggi che ho deciso di farne un lavoro. In un momento economico difficile come quello che stiamo attraversando ho voluto rafforzare il potenziale che abbiamo in Italia che molto spesso viene sottovalutato e a volte oscurato. Tutti i tessuti dei prodotti e materiali utilizzati per comporre il packaging sono fatti in Italia da piccole/medie imprese che hanno contribuito a realizzare quella che fino a pochi mesi fa era solo un’idea. Perchè la seta? Durante la quarantena ho letto molti articoli e blog sul mondo beauty e ho approfondito la mia conoscenza sull'utilizzo della seta non solo come tessuto ma come prodotto per la cura di pelle e capelli. Facendo ricerche dettagliate ho scoperto un mondo che in Italia ancora è poco conosciuto ma con un potenziale incredibile. Francine Hair Care è nato per portare a tutti quello che la mia passione ha sempre dato a me il benessere di sé stessi.

L'Artigiano di Riccione

I Partners di Myclah
Bruno Barnabè – il vero nome de L'Artigiano – assembla legno, sughero e altri materiali poveri lasciati a terra dalla guerra appena finita. Grazie alla sua fantasia e abilità, da questi residui fa nascere sandali e scarpe estive femminili modellate sul piede di ogni cliente. La manualità e l'amore per il prodotto – unico e personalizzato – sono le chiavi del successo. In pochi anni la popolarità de L'Artigiano fa il giro dell'Italia e porta queste calzature in numerosi negozi. Nel 1980 Bruno Barnabè passa il testimone al figlio Alfredo, che sarà autore di importanti cambiamenti. Con la stessa passione per le calzature e l'artigianato, Alfredo – in compagnia della moglie Daniela – conduce il laboratorio dedicando particolare attenzione alle ultime tendenze e alla scelta di materiali pregiati. Il risultato sono creazioni originali, uniche e di qualità eccellente la cui realizzazione è frutto di un accostamento dei migliori pellami italiani ad accessori contemporanei come borchie e strass. Nel 2005, con Alfredo e Daniela, nasce L'indianino LdiR, che ancora oggi rappresenta il prodotto simbolo de l'Artigiano; amato dalle clienti per la sua comodità, grinta e capacità di addattarsi a varie occasioni. Innovazione, tendenza e know-how consentono una vasta diffusione del brand LdiR oltre il confine italiano, riuscendo ad interpretare le esigenze di quella donna dinamica, alla moda e attenta alla qualità di un prodotto Made in Italy.

Sartoria nomade

I Partners di Myclah
Da tanti anni entrambe lavorano nel mondo della moda, Flora come designer e Mirta come stylist. Questo progetto nasce dalla voglia di ritornare a una moda più lenta, più sostenibile, fatta con più cura, dedicandosi tanto alla ricerca. Infatti tutte le stampe sono assolutamente esclusive, nate dalla ricerca e lo studio di antiche immagini rielaborate nelle forme e nei colori per proporre delle fantasie uniche; inoltre tutti i tessuti sono di origine naturale come la lana e la viscosa sostenibile per garantire capi di alta qualità e che non facciano del male al nostro pianeta. La produzione è solo di pochissimi capi e avviene lentamente, all’interno di un piccolo laboratorio artigianale: per le cose belle ci vuole tempo!

Charaka

I Partners di Myclah
Sono una libera professionista,opero da anni nel mondo del design, design moda e arte. La mia carriera inizia alla Steiner Accademy of Art di Milano, si approfondisce con studi per Progettazioni sensoriali e marketing presso Universita’ dell’Immagine – Scuola di formazione fondazione Industria - Milano, per poi proseguire in India, una meta intramontabile nel tempo per il suo ricchissimo patrimonio culturale che abbraccia tutte le arti. La vita filosofica e la vita quotidiana , il pensiero teorico e il pensiero pratico si fondono tra loro permettendo di creare una personalita’ coerente con i propri principi. Quando dipingo cerco di trasferire emozioni attraverso il colore nelle forme di paesaggi e strorie immaginarie. Storie raccontate attraverso l’atmosfera dei colori e delle texture. Come un poeta, porto momenti di silenzio, dove il tempo è fisso e a volte le finestre improvvisamente appaiono e aprono un nuovi spazi e paesaggi colorati. I colori e le vibrazioni producono suoni ,cosi il dipinto diventa musica, emozione , sentimento. Quando la figura scompare, la pittura diventa astratta, solo l’ascolto puo raccontarci la sua musica, l'esperienza è completa, possiamo penetrare nei colori ed essere permeati. Mi piace abbinare materiali grezzi, crudi, ruvidi, lasciare la ruggine sul ferro per rispettare la naturalezza del materiale, il materiale nella sua naturale evoluzione e trasformazione. Il legno materiale nobile e vivo, che decoro ed arrichhisco, attraverso tracce, memorie di colori, vibrazioni materiche. Le resine, che magicamente amplificano l’emozione di ogni traccia,segno,colore,memoria.

Claudia Antichi per Emmy boo

I Partners di Myclah
Questa è la frase che mi viene ripetuta da quando ero ancora una bambina. Ho sempre vissuto con la costante necessità di fare, di progettare. Crescendo in una città come Catania, lenta e frenetica al tempo stesso, ne ho assorbito la vibrante passione del creare unita alla calma nel godersi i piccoli piaceri quotidiani. La mia passione per l’arte e i miei studi in Architettura sono confluiti nel mio progetto più entusiasmante: Emmy Boo. Con Emmy Boo racconto esperienze ed emozioni: dai vibranti colori delle Isole Eoli, le mie Isole del cuore, alla raffinata eleganza che riesco ad estrapolare dalla mia terra, così nascono le forme armoniose dei “progetti” Emmy Boo. In ogni pezzo c’è un vissuto che lo rende più di un semplice accessorio. Credo che sia questa la vera essenza della slow fashion: non solo qualità, bensì prodotti che abbiano un valore che vada oltre quello materiale.

Dettaglidattimi

I Partners di Myclah
Creare un gioiello per me è un modo per condividere un sentire, un’emozione, uno stile di vita; amo soprattutto farlo pensando alla donna che lo indosserà, sarà il suo gioiello, potrà indossare proprio quello realizzato per lei, su misura, sartoriale e unico come unica è ogni donna nella propria autenticità. Lascio libera la mia mente, il mio cuore, le mie mani e, così, come lievito madre, ogni volta che creo, si ricrea un qualcosa che mi porta a creare ancora. E mi trovo a fare gioielli, non l’ho scelto io, il mio lavoro non è questo, ho scelto la professione di dottore commercialista, ormai, da trent’anni ma, probabilmente non è più tempo di scelte ma di passioni. Le mie creazioni sono completamente fatte a mano e in Italia, vengono realizzate prevalentemente in bronzo , in argento e in oro. La tecnica che utilizzo è quella della cera persa, in pratica questa antica tecnica consiste nella lavorazione della cera che si spatola, si intaglia, si plasma per ottenere il modello della creazione. Il prototipo servirà per realizzare uno stampo in gesso nel quale verrà colato il metallo con il quale si vuole realizzare il gioiello/scultura. Nasce così arte da indossare.

Cristiana per Dromo Milano

I Partners di Myclah
Così ho frequentato corsi di modellistica e sartoria e ho ricominciato a disegnare modelli come facevo da ragazza, riscoprendo la passione di sempre per la moda e la ricerca dei tessuti. Nel corso della mia precedente attività lavorativa, ho notato spesso che le donne sono portate a indossare nel contesto lavorativo abiti di foggia maschile, come ad esempio il tailleur pantalone e a tralasciare l’uso dei colori. Ciò avviene con particolare frequenza in ambienti con prevalenza maschile, spesso per ragioni di “credibilità”. Questa situazione mi ha indotto a riflettere sul condizionamento che l’ambiente può avere sui comportamenti e sulla necessità di interrompere questo circolo, invitando le donne a esprimere la propria personalità anche attraverso gli abiti. Dromo Milano nasce da queste riflessioni. La parola che deriva dal greco e indica il movimento (“luogo dove si corre”), nel linguaggio marinaro si riferisce, invece, a un elemento naturale o artificiale presente sulla costa che viene utilizzato come punto di riferimento dai naviganti. E Milano è la mia città. È con questo spirito che Dromo Milano rappresenta un invito alle donne a non rinunciare all’espressione della propria personalità e fa dell’indumento femminile per antonomasia – la gonna – un punto di riferimento. I capi di Dromo Milano sono prodotti di alta qualità, realizzati con lavorazioni sartoriali interamente in Italia con tessuti pregiati, in prevalenza naturali, provenienti dai diversi Paesi del mondo che rappresentano i luoghi di eccellenza produttiva di ciascuno di essi. Il mio obiettivo è quello di realizzare capi che durino nel tempo e che valorizzino ogni tipo di fisicità.

Mara Cividini per Bali 1987

I Partners di Myclah
Come nasce Bali 1987 Come spesso accade le idee nascono per caso. Un sabato mattina Mara manda all’amica Leila (nel campo della gioielleria dal 1987 appunto) la foto del suo outfit per la cena della sera precedente: gonna Versace e parure di bracciale e orecchini Leila Bali di 12-13 anni prima, in oro giallo e con motivo che sembrava riprendere esattamente il classico motivo Versace. La didascalia: “i grandi classici non tramontano mai”. Da qui l’ispirazione: perché non riaprire gli archivi storici chiusi da anni e ricavarne dei gioielli attualizzati nei materiali e nelle forme? Pezzi meno impegnativi, anche dal punto di vista economico (i tempi sono cambiati dagli anni 80 e 90!) ma sempre e rigorosamente artigianali e made in Italy. Così, sotto la guida stilistica di Leila, Mara fonda il nuovo brand Bali 1987. La Biografia di Mara Cividini Imprenditrice nel campo immobiliare da una quindicina di anni e laureata in architettura, dopo la laurea trascorre qualche mese a Los Angeles e inizia ad avvicinarsi al mondo dell’arte contemporanea, che inizia a studiare l’anno dopo a Londra alla casa d’asta Christie’s, affinando il senso del bello e del gusto internazionale. Sposata e mamma di due maschietti meravigliosi.

Cinzia Cortesi

I Partners di Myclah
Cinzia ha 30 anni di esperienza nel settore della moda come modellista per grandi marchi come Jenny, Prada e Bally. Appassionata di moda e con il sogno di diventare una designer, nel 2019 ha co-fondato il suo marchio di costumi da bagno, Cinzia Cortesi Couture. Tessuti pregiati, linee minimal e uno stile chic-moderno sono gli ingredienti vincenti dei costumi da bagno di Cinzia Cortesi, tutti rigorosamente MADE in ITALY!

Le Buranelle

Venezia

I Partners di Myclah
Venezia, luogo di commercianti e artigiani, luogo del bello. La manifattura calzaturiera, come è noto, ha, in questa città, radici profonde: abbiamo, infatti, testimonianza dell’istituzione in corporazioni di “calegheri” e zavatteri” (calzolai e ciabattini) già a partire dalla fine del 1200. Di quella lunga e affascinante tradizione Le Buranelle conservano l'amore per il bello, la pazienza del dettaglio, la stravaganza dei colori. Già, perché la nostra esperienza nasce dalla grande passione per la moda, certo, ma si sviluppa concretamente in un momento in cui il bisogno di “colore” si è imposto prepotentemente alle nostre esistenze. Io sono Orsola, veneziana di nascita, un dottorato in filosofia, una passione smodata per i tessuti, per i bottoni, per i materiali. Due sorelle e un fratello stoico. Vivo con il mio compagno a Murano, ed è infatti dall’isola dello scintillio del vetro, dalla desolazione del “lockdown”, dalle nostre interminabili passeggiate fra i colori sorprendenti delle isole limitrofe, fra merletti e le reti dei pescatori, che prende il via il magico viaggio de “Le Buranelle”. #Le Buranelle Venise Fra calli e isole immobili, svuotate, fra gli echi dei turisti ormai lontani in tempo di pandemia, fra tramonti incandescenti e profumo di bucato steso. CONCEPT. A Burano, isola fiabesca, sono ispirate le nostre babbucce: una suola in paglia e scampoli colorati avvolgono ogni passo sicuro verso un desiderio: cambiare ritmo, sentirsi (e stare) il più possibile a casa, ma in compagnia di colori, fiori, frutti, che regalino gioia: un abbraccio familiare che richiami il profumo di biscotti appena sfornati. Pezzi unici che raccontano una storia e danzano lungo barene assolate; irripetibili e semplici al tempo stesso, personalizzate e adatte a tutte, estrose ed essenziali. Non è difficile per me intercettare il gusto di tante donne diverse e straordinarie: Ester Maria e Rosa Chiara, le mie sorelle, sono il mio “termometro” di gradimento, cultrici della moda e con un innato buon gusto, vagliano le idee, discutono con me spunti e iniziative nuove, e si occupano di tutta quella parte relativa alla comunicazione e alla condivisione in cui io, ammetto, sono una vera, vera frana. L’idea è proprio questa, un piccolo sogno nato in famiglia, che vuole richiamare e rendere tangibile questa dimensione quotidiana: il ricamo, le cuciture a mano, le pause, le chiacchiere, il confezionamento. I PRODOTTI Oggi l’attività di Le Buranelle è concentrata su due prodotti - Le babbucce “Le Buranelle” - La collezione “Demi-Vintage”: gioielli realizzati con bottoni vintage originali e vetro di Murano